Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte chiesaepostconcilio.blogspot.it 08/01/2020

Fratellanza Universale e Figliolanza Particolare propria dei cristiani, nella persona del Figlio di Dio fatto Uomo, Gesù Cristo, non sono simili né confondibili; sono antitetiche. Una si basa su presupposti fallaci, l’altra è l’unica Via. Una pace internazionale non fondata sul Signore Risorto è illusoria. "Da ultimo, che il contributo alla pace internazionale appartenga al bene comune per cui il fedele cristiano debba lottare, è un’affermazione del tutto priva di realismo, soprattutto se si considera che gli organismi internazionali della pace sono tutti confessionalmente anticattolici, a partire da alcuni, come l’ONU, apparentemente pacificatori, ma soltanto apparentemente". - (Á. d'Ors, Bien común y enemigo público, cit., p. 40) 
 

Il tema, da noi già affrontato, si ripropone drammaticamente. Leggo su La Stampa. Stralcio:
Papa Francesco convoca a Roma per il 14 maggio 2020 un evento mondiale teso a lanciare un «patto educativo» e promuovere «un'alleanza tra gli abitanti della Terra e la "casa comune", alla quale dobbiamo cura e rispetto».
«Nell’enciclica Laudato si’ ho invitato tutti a collaborare per custodire la nostra casa comune»... «Per capire quanto urgente sia la sfida che abbiamo davanti dobbiamo puntare sulla educazione, che apre la mente e i cuori ad una comprensione più larga e più profonda della realtà. Serve un patto educativo globale che ci educhi alla solidarietà universale, a un nuovo umanesimo. Per questo ho promosso un evento mondiale che si terrà il 14 maggio 2020».
L’incontro sarà intitolato «Ricostruire il patto educativo globale» .... «il terreno va anzitutto bonificato dalle discriminazioni con l’immissione di fraternità, come ho sostenuto nel Documento che ho sottoscritto con il Grande Imam di Al-Azhar ad Abu Dhabi, il 4 febbraio scorso»....
Il Nuovo Umanesimo lo abbiamo già ben qualificato qui e qui. L'evento riunirà organizzazioni internazionali e i rappresentanti di varie religioni. Appare non altro che un evento per promuovere il fatidico governo mondiale.  

 

L'iniziativa era già prevista nel documento. Ma ora sta già prendendo il via nel concreto e nelle diocesi parte il bombardamento a tappeto delle agenzie formative che diffonde l'errore nelle nostre nuove generazioni a fronte peraltro di un islam certamente tetragono! E non notate anche l'assurdità di aver posto sullo stesso piano due firmatari come "la Chiesa cattolica" e "Al-Azhar"?
Qui i precedenti sulla vexata questio molto importanti per inquadrarne tutti i risvolti di conio anti-cristico.

Secondo il card. Burke  in una recente intervista a The Wanderer [qui] : “Con la diffusione dell’Islam, specialmente in Europa ma anche negli Stati Uniti, c’è uno sforzo per indebolire la coscienza delle persone sulla regalità di Nostro Signore Gesù Cristo come è proclamata nel Vangelo. È un campo in cui i fedeli devono in particolare destarsi e testimoniare la verità... Sento che ci sono altre iniziative che stanno tentando di insegnare il documento di Abu Dhabi nelle scuole. Ciò è preoccupante. È analogo a quanto è successo nelle ultime generazioni nell'intero contesto dell’educazione sessuale”. L’idea di un governo mondiale è fondamentalmente lo stesso fenomeno mostrato dai costruttori della Torre di Babele che presumevano esercitare il potere di Dio sulla terra per unire il cielo con la terra, il che è semplicemente errato”. Ciò di cui abbiamo veramente bisogno è una conversione religiosa, in altre parole, un forte insegnamento e pratica della fede in Dio e obbedienza all’ordine con cui ci ha creati”. Sul documento di Abu Dhabi il cardinale si era già pronunciato qui.
[Perdonerete se non mi prodigo per tradurre l'intero articolo tanto sono delusa delle ennesime dichiarazioni da scranni mediatici che, se ci confermano circa quanto già ampiamente abbiamo denunciato, alla fine lasciano il tempo che trovano, in mancanza di un tanto efficace quanto autorevole e solenne ripareggiamento della verità Urbi et Orbi...]

E c'è dell'altro. Il Giornale [qui] titola: La battaglia di Bergoglio contro il capitalismo occidentale.
Nel corso del prossimo mese di marzo, Assisi diventerà il teatro di un'iniziativa che sarà in grado di chiarire l'obiettivo a lungo termine di questo pontificato: "The Economy of Francesco". Un'iniziativa che ha tutta l'aria di essere una manifestazione critica nei confronti delle logiche insite in quella che viene chiamata "economia finanziarizzata". ..... sul sito ufficiale della manifestazione umbra: "Il nome dell’evento ha chiaro riferimento al Santo di Assisi, esempio per eccellenza della cura degli ultimi della terra e di una ecologia integrale, ma rimanda anche a Papa Francesco, che fin dall’Evangelii Gaudium e poi nella Laudato si’, ha denunciato lo stato patologico di tanta parte dell’economia mondiale invitando a mettere in atto un modello economico nuovo".
 
La "dottrina Bergoglio" si propone di edificare un rinnovato modello di statura globale. Un nuovo abito da far indossare a tutti. E lo stesso messaggio è rivolto all'intero globo. Osserva l'articolista: "Esplicitato mediante altre parole: i sovranisti vorrebbero cancellare l'idea di "mondo globalizzato" in sé e per sé; il vertice della Chiesa cattolica potrebbe essere di un'altra opinione".
 
Indubbiamente questo pontificato pone un problema di abuso delle coscienze dei fedeli e di clericalismo politicante. 
Afferma inoltre Bergoglio nel corso dell'Angelus della prima domenica dell'anno: «ricordo anche l’impegno che ci siamo presi a Capodanno, Giornata della Pace: “La pace come cammino di speranza: dialogo, riconciliazione e conversione ecologica”. [qui]
Per contro il Card. Müller:
“Dobbiamo rifiutare in modo assoluto espressioni come “conversione ecologica”. C’è solo la conversione al Signore, e come conseguenza c’è anche il bene della natura. Non possiamo fare dell’ecologismo una nuova religione, qui siamo in una concezione panteista, che va rifiutata” [qui]
Anche l'ex prefetto della Dottrina della fede parla dagli scranni mediatici. Ma siamo di fronte ad iniziative ed eventi che aprono 'processi' e cambiano la realtà mentre le nostre - e anche le sue pur se più autorevoli - restano parole al vento. E l'errore - ed ora persino l'idolatria - si propagano sempre più e in modo incalzante e apparentemente inarrestabile.

Osserva un lettore: Bergoglio continua a far cascare le braccia. Poteva parlare della differenza tra pax humana e pax christiana, poteva parlare anche della teoria della guerra giusta di S.Tommaso e dire che non tutte le guerre sono aprioristicamente sbagliate, poteva spiegare il concetto di malicidio in S.Bernardino. E invece dice sempre le stesse banalità filantropiche che si possono trovare anche nei video YouTube di un sedicenne.

 

La convivenza fraterna tra esseri umani è un dono di Dio, in Cristo Signore. Promuovere la convivenza sotto forma di sincretismo tra religioni è un'azione diabolica. Per essere ospitali nei confronti degli Islamici che ci invadono dovremmo accettare la poligamia, la sottomissione violenta degli infedeli (che siamo noi) e la loro prevaricazione delle donne? Del cristianesimo abbiamo assimilato fino ad oggi la fraternità con le persone e distacco, giudizio critico o, quando ci vuole, condanna delle religioni non cristiane (tolti quegli elementi morali di carattere naturale ovunque riconoscibili). Ma oggi, aperta ad una modernità anticattolica, la Chiesa confonde il rispetto per la persona (in nome della fraternità che è solo dono di Cristo e non di idoli e idee umane) con il rispetto per l'errore e l'idolatria ai demoni. Questa confusione - che è una falsa e ipocrita fraternità, e quindi un peccato mortale - è un frutto diabolico che conduce una massa sempre più disorientata verso errori sempre più gravi.

 

Concludo con l'osservazione di un altro lettore: Il 2020 sulle orme di Fulton J. Sheen. 
Molti [compreso il papa] hanno augurato per il nuovo anno "pace" e "serenità", senza distinzione tra la Pace di Cristo e la pace del mondo, senza avere coscienza della battaglia che da sempre incombe su di noi, senza contare l'odio del mondo e del principe di questo mondo. Agiamo forse in una condizione neutrale, in cui è sufficiente mostrare qualche buon valore di altruismo, senso del dovere e gioia? Agiamo forse in un mondo di santi e salvati in attesa del Paradiso? Nel 2020, in ogni anno, epoca e spazio il Regno di Dio sarà edificato, ancora una volta, per mezzo di conversione e martirio, evangelizzazione e esorcismo. E persecuzione. Dove non c'è persecuzione della fede, allora non c'è neppure la fede, oppure questa è stata resa al mondo e vinta dal mondo. Satana non spreca munizioni con chi è già suo!
   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.