Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte anonimidellacroceblog.wordpress.com 15/01/2018

Autore Fra Cristoforo

Certamente il libro di Daniele avrebbe bisogno di una analisi molto accurata. Soprattutto nella parte che riguarda gli ultimi tempi. Ma tutto il libro di Daniele è un testo profetico. In ogni capitolo infatti si possono trovare accenni al tempo della fine. L’intento del Profeta, ispirato dallo Spirito Santo, è quello di dare indicazioni per riconoscere quando l’evento della fine è alle porte.

Un capitolo che trovo molto interessante e attuale al riguardo è proprio Dn 5. E’ il racconto del banchetto blasfemo del re Baldassar. Vi invito a leggerlo tutto perché è di vitale importanza.

Il testo ebraico inizia così:

“1 בֵּלְשַׁאצַּ֣ר מַלְכָּ֗א עֲבַד֙ לְחֶ֣ם רַ֔ב לְרַבְרְבָנ֖וֹהִי אֲלַ֑ף וְלָקֳבֵ֥ל אַלְפָּ֖א חַמְרָ֥א שָׁתֵֽה׃ 2 בֵּלְשַׁאצַּ֞ר אֲמַ֣ר ׀ בִּטְעֵ֣ם חַמְרָ֗א לְהַיְתָיָה֙ לְמָאנֵי֙ דַּהֲבָ֣א וְכַסְפָּ֔א דִּ֤י הַנְפֵּק֙ נְבוּכַדְנֶצַּ֣ר אֲב֔וּהִי מִן־הֵיכְלָ֖א דִּ֣י בִירוּשְׁלֶ֑ם וְיִשְׁתּ֣וֹן בְּה֗וֹן מַלְכָּא֙ וְרַבְרְבָנ֔וֹהִי שֵׁגְלָתֵ֖הּ וּלְחֵנָתֵֽהּ׃ ” – “Il re Baldassàr imbandì un gran banchetto a mille dei suoi dignitari e insieme con loro si diede a bere vino. Quando Baldassàr ebbe molto bevuto comandò che fossero portati i vasi d’oro e d’argento che Nabucodonosor suo padre aveva asportati dal Tempio, che era in Gerusalemme, perché vi bevessero il re e i suoi grandi, le sue mogli e le sue concubine”.

Già in questi versetti si nota come la mania di potere aveva dato alla testa al re Baldassar, fino ad arrivare al punto di utilizzare gli arredi del Tempio per gozzovigliare con i suoi sudditi, le sue mogli e le sue concubine. Un atto di profanazione gravissimo. Che gli costerà la vita.

Non avete mai pensato che questo gesto si sta ripetendo tutt’ora in varie Cattedrali e Chiese? Tutti questi banchetti organizzati da Bergoglio & Co, che devono essere fatti per forza dentro la Chiesa (come se non esistessero altri luoghi), con la scusa di dare ospitalità ai migranti e ai poveri… Sono veri e propri atti di profanazione. Gozzovigliare nel Tempio di Dio.

Ma ad un certo punto durante questo banchetto succede un imprevisto:

בַּהּ־שַׁעֲתָ֗ה נפקו נְפַ֙קָה֙ אֶצְבְּעָן֙ דִּ֣י יַד־אֱנָ֔שׁ וְכָֽתְבָן֙ לָקֳבֵ֣ל נֶבְרַשְׁתָּ֔א עַל־גִּירָ֕א דִּֽי־כְתַ֥ל הֵיכְלָ֖א דִּ֣י מַלְכָּ֑א וּמַלְכָּ֣א חָזֵ֔ה פַּ֥ס יְדָ֖ה דִּ֥י כָתְבָֽה׃ 6 אֱדַ֤יִן מַלְכָּא֙ זִיוֺ֣הִי שְׁנ֔וֹהִי וְרַעיֹנֹ֖הִי1‬יְבַהֲלוּנֵּ֑הּ וְקִטְרֵ֤י חַרְצֵהּ֙ מִשְׁתָּרַ֔יִן וְאַ֨רְכֻבָּתֵ֔הּ דָּ֥א לְדָ֖א נָֽקְשָֽׁ” – “apparvero le dita di una mano d’uomo, le quali scrivevano sulla parete della sala reale, di fronte al candelabro. Nel vedere quelle dita che scrivevano, il re cambiò d’aspetto: spaventosi pensieri lo assalirono, le giunture dei suoi fianchi si allentarono , i ginocchi gli battevano l’uno contro l’altro”.

Queste dita scrivono: Mene, Tekel, Peres. Che sarà lo stesso profeta Daniele, convocato dal re, ad interpretare.

Mene: Dio ha computato il tuo regno e gli ha posto fine.

Tekel: tu sei stato pesato sulle bilance e sei stato trovato mancante.

Peres: il tuo regno è diviso e dato ai Medi e ai Persiani.

Con la profanazione degli arredi del Tempio, l’iniquità di Baldassar aveva raggiunto il colmo.

Impressionante la similitudine con quello che sta accadendo oggi. Leggendo questo articolo del Dottor Marco Tosatti ho avuto proprio l’immagine di Daniele nella mia mente (https://www.marcotosatti.com/2018/01/15/bestiario-clericale-anzi-vescovile-da-bologna-a-torino-da-pescara-a-trento-pranzi-in-chiesa-e-iper-migrantismo/ ). Questa moda dei pranzi, cene e pizzate dentro le Chiese non è da prendere solo come una “moda” della neochiesa. E’ letteralmente un segno dei tempi. Il segno che la profanazione e l’apostasia sono messe in opera. E che è giunto il momento in cui il Signore interverrà. Perché questa neochiesa è stata “pesata”, ed è stata trovata mancante. Vi è anche la divisione (Peres). Lo sconquasso è enorme. La Chiesa è divisa, tra i fedelissimi di Bergoglio (che sono rimasti in pochi), e coloro che invece sono fedeli alla Verità di Cristo.

Anche questo viaggio in Cile e Perù non presenta nulla di buono. Bergoglio che ha sempre sbandierato la “teologia del popolo”, proprio da quel popolo è contestato (http://www.ilmessaggero.it/primopiano/vaticano/cile_pedofilia_bergoglio_papa_francesco_vaticano_visita_costi_manifestanti_attentati_chiese_vittime_abusi-3479864.html , http://www.lastampa.it/2018/01/12/vaticaninsider/ita/nel-mondo/proteste-contro-il-papa-in-cile-attaccate-quattro-chiese-e-occupata-la-nunziatura-GFQclcwzYTOKxQfP1R2r1O/pagina.html ).

A lui, che ha sempre contestato il “capitalismo”, gli rinfacciano tutto il denaro che è stato speso per la sua visita in quei luoghi.

La popolarità di Bergoglio, nella massa dei fedeli, comincia a perdere pezzi. Tiene ancora il termometro dei mass media, che come sappiamo sono tutti allineati al pensiero della neochiesa. Ma la sua “popolarità” è solo sulla carta. Però è ancora li. Al posto di comando. Non si arrende. Tira dritto come un carroarmato, continuando la sua demolizione. Perchè il suo intento è quello di “relativizzare” la Messa, con l’intercomunione (messa ecumenica). Lì l’apostasia avrà raggiunto il suo culmine.

A questo proposito è interessante anche l’accenno che lo stesso Gesù ha fatto nel Vangelo parlando degli ultimi tempi:

Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. 38Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell’arca,39e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell’uomo” (Mt 24,37-39).

E anche l’Apostolo Giuda nella sua lettera:

Sono la sozzura dei vostri banchetti sedendo insieme a mensa senza ritegno, pascendo se stessi” (Gd v.12).

Banchettare nel Tempio di Dio è uno dei segni più grandi che l’apostasia è in atto. Impressionante anche la profezia della Beata Caterina Emmerich:

Vidi in una città, una riunione di ecclesiastici, di laici e di donne, che erano seduti insieme a mangiare e a fare scherzi frivoli, e sopra di loro una nuvola nera che scorreva su un piano immerso nell’oscurità. In mezzo a questa nebbia, vidi Satana seduto in una forma orribile e, intorno a lui tanti accompagnatori per quante persone c’erano nella riunione che si teneva sotto. Tutti questi spiriti malvagi erano continuamente in movimento e occupati a spingere il male in questa riunione di persone. Parlavano loro all’orecchio e agivano su di esse in tutti i modi possibili. Queste persone erano in uno stato di eccitazione sessuale molto pericoloso, e occupate in conversazioni oziose e provocanti. Gli ecclesiastici erano di quelli che avevano come principio: «Vivi e lascia vivere. Nella nostra epoca non bisogna restare da parte, né essere misantropi, bisogna gioire con chi gioisce». Su questo moto Bergogliano “vivi e lascia vivere” ha già scritto un articolo Belvecchio che vi cito qui (http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV893_Belvecchio_Papa_volgare.html).

Credo che i segnali ci siano tutti. E ho il sentore che davvero stia per succedere qualcosa di veramente grave.

Forse qualcuno penserà che queste sono riflessioni di un folle. E’ il modo con cui vedo realizzata la Parola di Dio. E mi aiuta a capire il senso di quello che sta accadendo in questo momento storico.

Come sempre, ogni completamento, critica, aggiunta, riflessione sono graditissimi.

 

Fra Cristoforo

 

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.