Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte chiesaepostconcilio.blogspot.it 06/10/2018

Il rifiuto del card. Sarah è significativo. Si parla anche con i comportamenti...

 
Apprendiamo che il cardinale di Curia Robert Sarah ha declinato l'invito a essere membro della Commissione Informativa del Sinodo per i Giovani. Ha addotto misteriose "ragioni personali".
Era stato votato nella commissione dai membri africani del Sinodo. Ora verrà sostituito dal cardinale Napier, che era arrivato secondo nella votazione.
  • La commissione ha la responsabilità di stabilire "criteri e metodi per la distribuzione di notizie". La maggioranza dei membri è pro-gay:
    Paolo Ruffini di Vatican Media, presidente.
    Don Antonio Spadaro, segretario. 
  • Membri eletti:
    Cardinale del Quebec, Lacroix;
    Cardinale di Vienna, Schönborn;
    Cardinale di Manila, Tagle;
    Arcivescovo di Sydney, Fisher;
    Cardinale di Durban, Napier
Sul sinodo dei vescovi dedicato ai giovani, incombe l’acronimo LGBT. Il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale dell’assise, ha detto che l’espressione «gioventù LGBT», mai usata in precedenza nei documenti dalla Chiesa, è contenuta nel documento base per la discussione.

 

Invece nel testo uscito dal confronto fra i giovani l'acronimo non è mai citato e il cardinale si è stupito quando, in conferenza stampa, Diane Montagna, inviata di LifeSiteNews, glielo ha fatto notare. E non ha detto che esso sarà tolto, ma che i padri sinodali ne discuteranno. In effetti si può leggere nel paragrafo 197 dell’Instrumentum laboris: «Alcuni giovani LGBT, attraverso vari contributi giunti alla Segreteria del sinodo, desiderano “beneficiare di una maggiore vicinanza” e sperimentare una maggiore cura da parte della Chiesa, mentre alcune conferenze episcopali si interrogano su che cosa proporre “ai giovani che invece di formare coppie eterosessuali decidono di costituire coppie omosessuali e, soprattutto, desiderano essere vicini alla Chiesa”».
Del taroccamento del Sinodo dei Giovani, analogamente a quello della famiglia, parlavamo qui
E poi c'è quella ferula (ma è una ferula? Qui il significato di quella vera) è a dir poco inquietante, persino sconvolgente, usata nella Messa di apertura del Sinodo. Pullulano le immagini (vedi quella a lato), ma ne circolano molte che rendono questa scelta inusuale più che inquietante, che ne sottolineano la coincidenza con il bastone delle streghe e con un simbolismo sinistramente satanico...
Che dire, se non continuare ad affidarci alla nostra Madre Immacolata e a San Michele Arcangelo?
   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.