Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Lo scorso 6 maggio papa Francesco ha ricevuto una lettera dal card. Caffarra il quale a nome di tutti i cardinali che hanno resi noti i "Dubia" (Walter Brandmüller, Raymond L. Burke, Joachim Meisner e Carlo Caffarra) ha chiesto un'udienza chiarificatrice.

Chiarimento sui "Dubia" formulati lo scorso settembre, ed esposizione della situazione di confusione e smarrimento che vanno crescendo nella Chiesa a causa delle opposte interpretazioni dell'Amoris Laetitia, soprattutto riguardo l'accesso alla comunione per i divorziati risposati. Sono queste le motivazioni che hanno spinto Caffarra a chiedere udienza. Ma ancora una volta nessuna risposta è arrivata ai cardinali.

Nella lettera il cardinale emerito di Bologna dice chiaramente che "sono state pubblicamente date interpretazioni di alcuni passi obiettivamente ambigui dell’Esortazione post-sinodale, non divergenti dal, ma contrarie al permanente Magistero della Chiesa."

Non avendo avuto risposta e non essendo stati convocati per un'udienza oggi viene resa pubblica la lettera.

Non può sfuggire la gravità della situazione, certamente a breve ci saranno sviluppi importanti.

Di seguito il link agli articoli che hanno riportato la notizia

G.A.C

Nuova Bussola Quotidiana «Ciò che è peccato in Polonia, è bene in Germania. Santità, ci riceva». Ma dal Papa è solo silenzio - di Carlo Caffarra

Settimo cielo di Sandro Magister Un'altra lettera dei quattro cardinali al papa. Anche questa senza risposta

Corrispondenza Romana Lo scandalo del silenzio di Roberto de Mattei

Stilum Curiae DUBIA. A.L. I CARDINALI. UNA LETTERA SENZA RISPOSTA, UN’UDIENZA MAI CONCESSA. IL SILENZIO DEL PAPA. PAURA DI UN CONFRONTO? di Marco Tosatti

Chiesa e post concilio Un'altra lettera dei quattro cardinali al papa. Anche questa senza risposta

 

 
   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.