Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Oggi si ricorda sant'Atanasio, un vescovo santo  da cui dovremmo imparare noi tutti: fedeli, religiosi, sacerdoti e vescovi (ci fermiamo qui?).

Ai cristiani tiepidi non esitava a dire: «Volete essere figli della luce, ma non rinunciate ad essere figli del mondo. Dovreste credere alla penitenza, ma voi credete alla felicità dei tempi nuovi. Dovreste parlare della Grazia, ma voi preferite parlare del progresso umano. Dovreste annunciare Dio, ma preferite predicare l'uomo e l'umanità. Portate il nome di Cristo, ma sarebbe più giusto se portaste il nome di Pilato. Siete la grande corruzione, perché state nel mezzo. Volete stare nel mezzo tra la luce e il mondo. Siete maestri del compromesso e marciate col mondo. Io vi dico: fareste meglio ad andarvene col mondo ed abbandonare il Maestro, il cui regno non è di questo mondo»

Meditiamo gente, meditiamo; i tiepidi non piacciono a Gesù.

G.A.C.

 

Attualità di sant'Atanasio di Corrado Gnerre

La caduta di papa Liberio e il trionfo di sant'Atanasio di Cristiana De Magistris

Sant'Atanasio un santo per i nostri tempi - Il cammino dei tre sentieri

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.