Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte marcotosatti.com 22/11/2017

Autore Marco Tosatti

Ieri mattina, mentre aspettavo l’autobus in via del Tritone a Roma, mi è caduto l’occhio su uno dei manifesti “pirata” contro l’aborto affissi qualche giorno fa e di cui abbiamo parlato sabato scorso. Era stato in parte lacerato, e qualcuno aveva scritto un commento che potete vedere nella fotografia.

C’era scritto: fino al 3° mese sono cellule e si salva la vita della donna.

Ecco, tornando a casa per curiosità ho fatto una ricerca di immagini su feto al 3° mese, ed è venuta fuori, fra le altre, l’immagine pubblicata qui sotto:

Non ho motivo di ritenere che non sia autentica e reale. Non spero che chi ha scritto quella frase, dopo aver stracciato in parte il manifesto, la legga. Spero però che altri, che sostengono quella che mi pare sia una palese falsità, e la raccontano a persone – penso giovani – che ci credono, la vedano. E riflettano, anche dopo quello che ha detto il Papa ieri, sulla realtà di quel gesto, sulla Bonino, su don Pieri e così via. In questa società si può praticamente fare tutto: però cerchiamo almeno di avere l’onestà e il coraggio di chiamare le cose con il loro nome. “Cellule”! È vero: anche quello/a che ha scritto la frase sono cellule. Ma forse non amerebbe essere definito/a solo così. Si ritiene un uomo, o una donna.

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.