Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte controinformazione.info 01/09/2019

Autore Dragan Mraovic

CARI AMICI ITALIANI,
LA NATO HA DISTRUTTO E UCCISO IN SERBIA NEL 1999, NEI 78 GIORNI DI BOMBARDAMENTI fra più grandi della storia del mondo, in 2.300 AGGRESSIONI AEREE.


89 BAMBINI (anche nel bagno sul vaso di notte a soli due anni di vita)
2.500 CIVILI UCCISI
6.000 CIVILI FERITI
1.002 soldati e poliziotti serbi

30.000 persone evidenziate finora con i tumori in conseguenza dei bombardamenti ed inquinamenti (uranio impoverito)
18.000 persone morte per i tumori dal 1999 fino oa oggi;
25.000 palazzi distrutti;
595 chilometri di binari ferroviari distrutti;
14 aeroporti civili distrutti;
19 ospedali distrutti;
18 asili per l’infanzia distrutti;
470 chilometri di strade distrutte;
44 ponti distrutti;
69 scuole distrutte;
176 monumenti di cultura;
16 giornalisti della TV della Serbia uccisi sul lavoro bombardando la TV in una notte sola.
Termocentrali, sistemi per l’acqua, campi contadini inquinati con i mezzi chimici speciali, migliaia di animali selvatici, orsi, cervi, altri e di animali domestici, boschi bruciati, fiumi inquinati…
L’AMBASCIATA CINESE a Belgrado distrutta e 4 diplomatici cinesi morti.
L’AMBASCIATA ITALIANA A BELGRADO GRAVEMENTE DANNEGGIATA! (non credo che i vostri mass media ve l’avevano detto)-
Oltre 100 miliardi di dollari di danni materiali.

Il treno bombardato a Belgrado dalla NATO


Otre ai criminali di guerra, soprattutto americani, inglesi, tedeschi e francesi, nomino alcuni criminali di guerra anche italiani: Massimo d’Alema, De Michelis, Emma Bonino, in primis.
Ovviamente il popolo italiano era contrario (secondo le statistiche circa l’85%) ai bombardamenti e noi lo sappiamo. Perciò è sempre un popolo amico per noi e lo consideriamo sempre una delle nazioni occidentali pù amiche, perché distinguiamo bene i politici dai cittadini ( la situazione tra i nostri politici e il nostro popolo è la stessa – il governo non fa ciò che vuole il popolo). Bombe su Belgrado. Video

https://www.youtube.com/watch?time_continue=39&v=H-fj8Pnsl3w

Non ce l’abbiamo neppure con i militari italiani della NATO che hanno preso parte in questa vergogna più grande europea del ventesimo secolo. perché loro erano anche contrari alla guerra e lo sappiamo, ma la disciplina militare è quella che è. I soldati italiani invece hanno dimostrato la loro alta professionalità, umanità e amicizia nel Kosovo e Metohija dopo la guerra fino ad oggi e per questo sono stati decorati con le nostre massime onorificenze, dunque trattati da amici.

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.