Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte lantidiplomatico.it 12/01/2015


Per Washington, l'indipendenza in politica estera da parte della Francia è veramente eccessiva

Il Dr. Paul Craig Roberts, economista, vice ministro delle finanze dell'Amministrazione Reagan, cofondatore della 'Reaganomics', consulente e giornalista economico del Wall Street Journal, ha così commentato gli avvenimenti francesi: "l'attacco a Parigi è stato progettato e realizzato dalla CIA, per assoggettare la Francia alle volontà politiche americane, e renderla ancor più uno Stato vassallo degli Stati Uniti."

Da Vocidall'estero:

 

"Ci sono due modi di guardare al presunto attacco terroristico contro la rivista satirica francese Charlie Hebdo.
 
Uno è che nel mondo di lingua inglese, o in gran parte di esso, la satira avrebbe dovuto essere considerata come un “incitamento all’odio”, e gli autori satirici arrestati. In Francia i musulmani si sono offesi per la satira, e hanno reagito.
 
Ma perché i musulmani dovrebbero vendicarsi per la satira, e non per la partecipazione della Francia alle guerre di Washington contro i musulmani, in cui ci sono stati dei morti a centinaia di migliaia? Venire uccisi non è un fatto più grave che essere colpiti dalla satira?
 
Un altro modo di vedere l’attacco è vederlo come un attacco progettato per mantenere lo stato di vassallaggio della Francia nei confronti di Washington. Le persone accusate possono essere sia veri colpevoli che capri espiatori. Basti ricordare tutte le trame terroristiche create dal FBI che sono servite a rendere vera e concreta per gli americani la minaccia del terrorismo.
 
La Francia soffre per le sanzioni imposte da Washington contro la Russia. I cantieri navali subiscono l’impatto di non poter consegnare gli ordini russi a causa dello stato di vassallaggio della Francia verso Washington, e altri settori dell’economia francese sono pesantemente esposti alle conseguenze negative derivanti dalle sanzioni che gli stati fantoccio della NATO sono stati costretti ad applicare alla Russia.
 
Questa settimana il Presidente francese ha detto che le sanzioni contro la Russia dovrebbero cessare (come anche il Vice-cancelliere tedesco).
 
Per Washington, questa indipendenza in politica estera da parte della Francia è veramente eccessiva. E quindi Washington ha resuscitato l’ “Operazione Gladio” del periodo dopo la seconda guerra mondiale, fatta di stragi e attentati della CIA attribuiti ai comunisti allo scopo di distruggerne il peso elettorale? Proprio come il mondo allora era stato portato a credere che dietro gli attacchi terroristici dell’Operazione Gladio ci fossero i comunisti, oggi sono accusati i musulmani per gli attacchi contro la rivista satirica francese.
 
La domanda “romana” è sempre questa: cui bono? La risposta è: non alla Francia, non ai musulmani, ma all’egemonia statunitense nel mondo. L’egemonia degli Stati Uniti nel mondo è l’obiettivo della CIA. L’egemonia mondiale degli USA è la politica estera degli Stati Uniti imposta dai neocons.
 
L’articolo prosegue trattando delle operazioni della National Security Agency negli Stati Uniti, e conclude così:
 
“Gli uomini del governo raccontano agli americani qualsiasi storia costruita ad arte, e poi si mettono a ridere della credulità della pubblica opinione.“

 

Fonte: King World News 04/02/2015



Economista di Reagan: "governo greco potrebbe morire assassinato"


Ex funzionario Tesoro, Paul Craig Roberts, ritiene che "posta in palio sia troppo alta". Al posto dell'Ue, Usa avrebbero già dato mandato a CIA.

Paul Craig Roberts è stato consulente economico dell'amministrazione Reagan e ha scritto editoriali su Wall Street Journal e Business Week.

NEW YORK (WSI) - Il "nuovo governo greco potrebbe essere assassinato perchè la posta in palio è troppo alta". Le dichiarazioni scioccanti sono dell'ex consulente economico dell'amministrazione Reagan, Paul Craig Roberts.

L'opinionista di Wall Street Journal e Business Week ritiene che "ci siano troppi interessi in gioco, non solo quelli di un gruppo di banche creditrici, che voglio essere ripagate 100 centesimi su 100".

"Ci sono altri interessi molto forti: gli interessi di un governo centralizzato nell'Unione Europea e di una Banca Centrale onnipotente che prenda decisioni per tutti i paesi membri" del blocco a 19. "Stanno usando la crisi greca per stabilire tale nuova struttura di potere".

Il contesto descritto sopra rende molto difficile trovare un accordo sul debito greco che migliori le condizioni imposte al popolo ellenico, secondo l'ex funzionario del Tesoro americano.

L'inflessibilità mostrata dalle autorità europee dà alla Grecia una sola possibilità: di non partecipare al gioco e dettare le regole di un altro tipo di gioco".

"Vedremo se il governo greco riuscirà a farlo, potrebbero non permettere a Syrizza di farlo".

"Potrebbero venire assassinati. È possibile. Ho sempre pensato che gli Stati Uniti non avrebbero mai permesso che uno stato o un governo subordinato si ribellasse e diventasse indipendente dal controllo di Washington".

Ecco che Roberts avanza l'ipotesi di una teoria del complotto in divenire.

"I funzionari del nuovo esecutivo greco potrebbero avere un incidente". Uno degli incidenti che succedono a tutti quelli che non sono sulla stessa linea di Washington.

Più che di un ex funzionario del governo americano sembra di sentire parlare Noam Chomsky: "in Sudamerica abbiamo avuto tanti casi di leader che non seguivano la linea del governo Usa e che sono morti in modi misteriosi. Molti di loro sono stati deposti come conseguenza di colpi di stato organizzati dalla CIA".

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.