Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Avendo ricevuto numerose richieste da pecore sperse nella nebbia e senza pastore, volentieri ci facciamo portavoci di questa ricerca di personale.

G.A.C.

 

Il candidato deve essere decisamente a-gnostico, totalmente avverso cioè a qualunque forma di gnosi, spiritismo, esoterismo ecc.

Non sia mai stato iscritto, frequentatore o simpatizzante di circoli di liberi-pensatori o liberi-muratori.

Si richiede grande senso di orientamento per la ricerca di pecore sperdute o confuse; a tal fine si richiede porto d’armi e pratica nel maneggio armi corte e lunghe da usarsi per la difesa del gregge.

Cultura media, meglio se scarsa, ma disponibile a recepire la bimillenaria cultura tramandata da apostoli fedeli a un Uomo-Dio morto e risorto nell’anno 33 d.c.

Disponibile a credere nella presenza reale ed attuale dell’Uomo-Dio sopra citato e rispondente al nome di Gesù Cristo, di seguito chiamato G.C.

Disponibile a trasferte decise e organizzate dal suddetto G.C. o da Maria, Madre di G.C.

Disponibile alla frequentazione assidua di G.C., ad immedesimarsi con Lui, fino a raggiungere una profonda affezione (non viene qui usato il termine amore perché la parola ha perso nell’uso comune il significato originario) e al completo annientamento di sé per diventare alter-G.C.

Indisponibile a qualsiasi tipo di solidarietà non derivante dall’affezione di cui sopra.

Uso a rapportarsi con tutti, chiaro nell’esposizione senza ambiguità, il suo parlare sia si,si-no,no. Non verrà dotato di portavoce, non potrà esprimere le proprie opinioni durante la colazione al bar ma solo dopo attenta meditazione e dopo aver chiesto il consenso a G.C.

Il candidato deve essere altresì indisponibile al dialogo fine a se stesso e/o tendente alla rinuncia della propria identità e autorità.

Deciso nell’allontanare lupi travestiti da pecora, per i casi più pericolosi è obbligato all’uso della forza con comunicazione ufficiale (scomunica).

Il candidato dovrà esercitare contemporaneamente sia la funzione di giudice applicando le leggi consegnate dal Padre di G.C. per l’amministrazione della Giustizia nella Verità, sia la funzione di Bònus pater familias nell’accoglienza delle pecore volontariamente allontanatesi ma sinceramente pentite. (E’ vietato l’uso della “misericordia” senza Giustizia già fonte di confusione e di disordine).

Sede di lavoro: universale, con ufficio di rappresentanza nell’appartamento papale, non sono previste permanenze in albergo.

Posizione gerarchica: Amministratore delegato direttamente dipendente di G.C.

Non saranno prese in considerazione candidature di persone che in passato abbiano ricoperto cariche politiche, istituzionali o ecclesiali superiori al presbiterato, finti teologi che hanno espresso teorie contrarie a quanto scritto nel Testo Unico (Vangelo), finti  priori di finte comunità monastiche, appartenenti a famiglie religiose che abbiano dato prova di affezione a G.C. per un periodo inferiore a ¾ della vita.

I curriculum non vanno spediti, saranno letti direttamente da G.C. nei cuori dei proponentesi.

Retribuzione: posto in Paradiso adeguato ai risultati ottenuti (pecore perse e guadagnate).

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.