Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Autore Alfredo Maria Barbagallo

PREMESSA

Sono uno studioso romano di storia cristiana. Le mie ultime pubblicazioni riguardano la centrale materia dell’indagine reliquiaria.
Questo documento, che rilascio a libera lettura generale ma ad indirizzo selettivo, nasce quindi da un recente - per me imprevisto ed assolutamente imprevedibile - sviluppo di questi studi stessi.
Sviluppo che nei fatti, dalla ricerca di analisi documentale, ha così riguardato la celebre e misteriosa vicenda relativa alla Profezia medioevale sui Papi, per tradizione attribuita al Vescovo irlandese Malachia di Armagh.
Non è compito della ricerca storica interessarsi di un campo estraneo come le leggende e tradizioni.
Aggiungo come personalmente io non abbia mai particolarmente creduto sino ad adesso a profeti e profezie. In questo caso particolare però, la convergenza dei dati concreti sulla questione è apparsa alla mia opinione come talmente stupefacente da dovere necessitare di una informativa specifica, contenuta in questa nota.
Preciso quindi al lettore di avere utilizzato in questo studio sullo straordinario argomento un criterio esclusivamente storico, come mia consuetudine.
Tutti i dati riportati sono del tutto e liberamente messi in esame. Qui non ci sono quindi panzane costruite per effetto ma riferimenti ben concreti, sia pure con esito complessivo incognito.
Personalmente non mi riconduco alle fantasie degli spiritualisti ma nemmeno al cinismo dei materialisti. Mi interessano solo i fatti ed il giudizio su di essi, che mi auguro per quanto possibile equilibrato ed alieno da passioni e pregiudizi.
Su questa informativa qui presente occorre quindi naturalmente attenta verifica, perché l’errore umano di raccolta, catalogazione e interpretazione è comunque sempre dietro l’angolo.
Una verifica che però sia sincera, nell’interesse di tutti. Proprio perché la questione sembrerebbe come si vedrà toccare - anche a prudente attenzione - degli inesplicabili ma precisi punti di modernità e persino di attualità.
Comunque la si pensi, su queste cose non si può giocare. Svolgerò qui così una sintesi diretta in tentativo di definizione schematica – soprattutto nelle conclusioni - su di un grave argomento di lettura addirittura plurisecolare, nella ovvia necessità di chiarezza assoluta anche per una lettura non specialistica. Ciò perché essa sarà indirizzata anche ad intellettuali, giornalisti ed appassionati di settore e formazione lontani da questo preciso argomento di studio. Vi sarò poi naturalmente modo e tempo successivamente per ogni approfondimento necessario.
Si indirizza perciò per il momento questa nota innanzi tutto all’attenzione delle citate autorità ecclesiali e scientifiche e come detto delle intelligenze che a ciò ci paiono doverosamente riguardate o culturalmente interessate.
Ognuno poi ne faccia naturalmente l’uso che meglio riterrà, in libertà di citazione, diffusione e dibattito. Prego solo di leggere queste poche pagine di studio; poi ognuno si assumerà la responsabilità del come valutarle e del come agire di conseguenza.
Per altro, cfr. sin d’ora Conclusioni. E che Dio ci aiuti. Grazie.

Alfredo Maria Barbagallo
Marzo 2018
 

TESTO DELL'ARTICOLO: La Profezia di San Malachia sui Papi.pdf

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.