Articoli più letti  

   

Cerca autori  

   

Cerca Argomenti  

   

Fonte chiesaepostconcilio.blogspot.it 08/07/2018

ESEMPIO

Nel 1890 morì la venerabile Maria Rosa Carafa della Spina, di nobilissima famiglia napoletana. Si distinse nella sua vita per una speciale devozione al Preziosissimo Sangue e alle Anime del Purgatorio.

Una volta, nel giorno della Commemorazione dei Defunti, Gesù le mostrò in visione il Purgatorio. Un mare di fiamme apparve al suo sguardo atterrito.

Gesù le disse: “Figlia, mia, hai un gran mezzo nelle tue mani per spegnere quelle fiamme. Prendi il Sangue dal mio Cuore e versalo su di esse.”

Ella così fece e vide le Anime Sante salire al Cielo come stelle luminose. Poi la Venerabile pregò Gesù: “Signore, voglio liberare tutte queste anime!” e Gesù le rispose: “Se gli uomini pensassero al tesoro che hanno nelle mani, potrebbero liberare a migliaia le anime che qui soffrono!“.

RIFLESSIONE

Come dice sant’Alfonso Maria dei Liguori: solo dopo la morte ci accorgeremo di tutti gli straordinari strumenti che il Signore ci aveva messo a disposizione in vita e di quanto noi, scioccamente, non abbiamo saputo approfittare. [Fonte]

(Litanie del Preziosissimo Sangue - qui)

Sanguis Christi, Novi et ætérni Testamenti, salva nos!
Sanguis Christi, ánimas líberans de lacu Purgatórii, salva nos!

 

   

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , guarda la nostra privacy policy.