“Noi lanciamo la campagna ‘liberi di partire – liberi di restare’ con 30 milioni dall’otto per mille di aiuti concreti!” così tuona Mons. Galantino, il principale miracolato italiano dell’era Bergoglio. Una affermazione che dovrebbe porre la CEI su un livello morale superiore a quello di un’Europa che “continua a restare inerte di fronte al dramma dell’immigrazione nel Mediterraneo e alle difficoltà dell’Italia”. Ecco quindi l’idea geniale del ciarliero segretario della CEI: i soldi li offriamo noi, Chiesa povera per i poveri, Chiesa della misericordia, Chiesa di Papafrancesco… Come? Coi soldi dell’otto per mille. Ossia con i soldi degli Italiani che la Chiesa ottiene attraverso un ingegnoso automatismo dallo Stato italiano. Come direbbe Ricucci siamo tutti bravi ad aiutare i migranti coi soldi degli altri… ok, forse non ricordo bene la citazione, ma il senso era questo.